Tempo comunque vadano le cose lui passa
e se ne frega se qualcuno è in ritardo puoi chiamarlo bastardo ma tanto è già andato

e fino adesso niente lo ha mai fermato
e tutt’al più forse lo hai misurato con i tuoi orologi di ogni marca e modello
ma tanto il tempo resta sempre lui quello
l’unica cosa che ci è data di fare
è avere il tempo da poter organizzare

 

STOP fermiamoci qui

La sincronicità ha voluto che stamattina, mentre mi apprestavo a scrivere questo post, la bravissima Cinzia di Martino pubblicasse questa immagine:

Cinzia di Martino_tempo

Sante parole!

Tante (troppe) volte le mie orecchie hanno udito frasi del tipo:

  • Ehhh vorrei tanto ma purtroppo sai, il problema è il tempo che mi manca!;
  • Scusami se non ti ho ancora chiamato ma, veramente, non ho mai tempo!;
  • E’ un periodo (indefinito) che sono incasinato e non ho tempo;
  • Quando ho un attimo di tempo lo faccio (e intanto gli anni passano…);
  • (spazio libero per la tua frase_scusa preferita)

I due elementi chiave

  1. che salta subito all’occhio:
    la percezione che il tempo è una cosa da possedere: non ho, mi manca, quando avrò.
  2. meno evidente ma intuibile:
    chi ha in mano il controllo attivo della situazione non sei tu ma questa entità chiamata tempo

Le possibili “nefaste” conseguenze

  1. ti senti in perenne ritardo;
  2. ti senti sempre in balia degli eventi;
  3. non realizzi ciò che desideri;
  4. provi frustrazione per il non riuscire a realizzare ciò che desideri;
  5. vivi perennemente con la sensazione di avere qualcosa di fare ma di non riuscirci;
  6. perdi credibilità nei confronti di chi aspetta, ad esempio, una tua chiamata da mesi;
  7. provi ansia per il carico di cose da fare;
  8. sei sempre di corsa;
  9. i tuoi livelli di attenzione e lucidità mentale sono bassi;
  10. (spazio libero per la tua nefasta conseguenza)

wildcat

Ok basta così! 

A differenza di altre tematiche che ho affrontato, come ad esempio “da dove prendere il nutrimento”, qui sento di potermi porre in una posizione esterna, in poche parole, la percezione di mancanza di tempo non è un mio problema – olè!
Ovviamente non è per vantarmene che lo dico, ma per dare suggerimenti e spunti a chi vive la gestione del tempo come una reale e importante difficoltà. 

Come sempre, procediamo a step

  1. Rendersi conto di avere un problema non con il tempo ma con la gestione del tempo.
    Già perché finché non è chiara questa differenza c’è ben poco da fare.
    Essere convinti di avere un problema con il tempo, ti pone nella condizione di metterti a confronto con qualcosa che non puoi governare.
    La gestione del tempo, invece, è una capacità che puoi apprendere e utilizzare in modo funzionale.
  2. Smettere di dire: non ho tempo.
    Il nostro cervello è incredibilmente complicato ma allo stesso tempo estremamente semplice: se continuo a ripetere una cosa, finirò per crederla vera, anzi, diventerò quella cosa ovvero una persona che non ha mai tempo.
  3. Imparare a fare una stima di quanto tempo occorre per ogni impegno.
    Spesso ho notato che chi ha difficoltà a gestire il tempo, si inchioda in questo punto. Non è in grado di fare una valutazione realistica di quanto tempo gli potrà servire per svolgere un’attività e questo porta ad assumersi più impegni di quanti effettivamente ne può svolgere.
  4. Organizzare, strutturare, pianificare, tre verbi da imparare!
    Siamo in un’era dove ci vengono continuamente forniti strumenti tecnologici di infinità potenza, usiamoli!
    Io utilizzo tantissimo Google calendar, mi appunto ogni impegno e mi invio promemoria tanti minuti prima quanti me ne servono per prepararmi all’impegno.
    Ovviamente prima ho acquisito il punto 3.
  5. Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi… è una grande cazzata!
    Imparare a trasformarlo in: valutare cosa realmente si può fare oggi (vedi sempre punto 3) e se una cosa non si riesce ad infilarla nella giornata, farla serenamente domani.
  6. Leggere qualche libro a riguardo come ad esempio la semplice ma utile Guida Pratica di Altroconsumo “Come gestire il proprio tempo”.
  7. E se proprio non ce la fai… beh contattami e ci lavoreremo su insieme! 😉