Amare qualcuno non è solo un forte sentimento, è una scelta, una promessa, un impegno. Eric Fromm 

Siete d’accordo? Io completamente, con tutta me stessa!

Vi ho già parlato di scelta, e come anticipato, ora voglio parlarvi di scelta d’Amore.

Amore come scelta

Eric Fromm era un grande e in fatto d’amore ne sapeva più di chiunque conosca.
Ha scritto un libro che si chiama “L’arte di Amare”, sto leggendo e secondo me lo dovrebbero leggere (e rileggere e rileggere e rileggere) tutte le persone che desiderano avere una relazione di coppia basata sull’amore e non sulla proiezione delle proprie maschere.

L’Amore è una scelta adulta e consapevole e poiché fatta consapevolmente, conduce ad uno stato di pace e di grazia.

Sto parlando di un livello di integrazione del sé al quale non ci si arriva da un giorno all’altro, magari non ci si arriva neanche durante tutta la vita intera, ma può essere un obiettivo e, come quando si fa un viaggio il bello sta nel percorrere la strada, anche in questo caso, il piacere lo si ricava dal percorso che si fa per imparare a scegliere di amare.

Ok ma quando si sceglie di amare?

Di sicuro non durante la fase di innamoramento, caratterizzata da una tempesta di ormoni da far girar la testa. Lì non abbiamo scelta!

Piuttosto dopo, quando l’ormone impazzito ritorna in sé e iniziano a vedersi tutti i difetti e le pecche che non potevamo vedere prima, anzi, come spesso accade, erano per noi delle bellissime caratteristiche dell’altro…

Ed è qui che di solito si crakka il sistema, spesso non siamo disposti ad accettare questa enorme delusione, quasi come se fosse un brutto scherzo che ci è stato fatto, un tradimento oppure un nostro imperdonabile errore di valutazione e così la grande storia d’amore finisce, spesso con grandi litigate e insulti.

Scegliere invece vuol dire valutare l’ipotesi di percorrere una strada alternativa e decidere di amare la persona nonostante i suoi difetti, si può decidere di provare ad accettare le imperfezioni dell’altro cosa che spesso conduce ad accettare le proprie.

E se la fase di innamoramento folle non c’è stata?

E’ una delusione anche questo, è vero; una bella malsana fase di innamoramento è un piacere che tutti vorremmo provare almeno 1 (000) volta nella vita! 😉
Ma può succedere anche questo: ci si ritrova in una relazione da qualche mese, ma non si sentono le famose farfalle nella pancia e ci si chiede se è una relazione che ha senso.

Magari al posto degli ormoni c’è del sincero e sano affetto, che si può coltivare fin da subito, i difetti sono già tutti lì in bella vista molto probabilmente, quindi risulta ancora più facile compiere la scelta, no?

Amore e psiche

Quanto dura una scelta d’amore?

Non è una domanda che si pone chi sceglie di amare, perché sceglie anche di vivere nel presente, nel cosiddetto qui e ora, eterno e sempre adeguato.
Chi vive di innamoramento spesso vive anche di paura che finisca e di depressione post innamoramentum che è molto peggio della depressione post partum!
Chi vive nel presente affronta le situazioni di volta in volta e, se riesce ad avere una visione un po’ più ampia, spesso può scorgere un disegno in tutto ciò che accade, spesso le situazioni anche più spiacevoli e difficili sono delle opportunità di crescita e di cambiamento.

E per concludere, vi regalo un video di un altro maestro dell’amore per dirvi, attraverso le sue parole, che la passione e il desiderio non sono prerogative dell’innamoramento, come spesso di crede, ma sono delle zone che non finiscono mai di essere esplorate e che possono continuare a stupire, anche dopo anni!