Elaborare dei buoni propositi per l’ anno nuovo sorge spesso spontaneo ed è un’ottima idea per diversi motivi:

  • significa fermarsi un attimo a riflettere sulla propria situazione attuale;
  • significa avere un desiderio di migliorarsi;
  • è uno stimolo per compiere delle nuove azioni.

Peccato però che spesso i buoni propositi finiscono nel dimenticatoio più o meno a fine gennaio quando la routine torna a farsi viva e prende il sopravvento. Quando ci si rende conto di essersene dimenticati è ormai giugno (poiché spesso nella lista c’è: dimagrire prima dell’estate), la delusione sale e si chiude il tutto con un bel mavvaf anche a questo anno di M come tutti gli altri… Mi sbaglio?!

buoni propositi perché falliscono
Il più delle volte il problema risiede nel come vengono elaborati ed espressi i buoni propositi, che alla fine non sono altro che degli obiettivi e pertanto vanno trattati come tali.

Ecco qualche suggerimento per elaborare dei buoni propositi vincenti!

  1. elabora dei propositi che desideri veramente realizzare, sarà una motivazione in più per impegnarti per ottenerli;
  2. chiediti in che modo miglioreranno la tua qualità di vita, spesso desideriamo cose che poi si rivelano un peso ulteriore, quindi se ad esempio tra i tuoi buoni propositi c’è l’ottenere una promozione, sappi che probabilmente avrai più responsabilità, dovrai fare più ore di lavoro e ne avrai di meno per il tempo libero o la famiglia, chiediti se questo migliorerà davvero la tua vita;
  3. elabora propositi che sai che sono da te realizzabili, alcune persone mirano inconsciamente ad obiettivi troppo elevati rispetto alla loro situazione attuale e alle loro capacità del momento per confermarsi che non valgono niente, è un meccanismo inconscio di autosabotaggio molto frequente;
  4. ricordati che la realizzazione dell’obiettivo deve dipendere principalmente da te, se ad esempio voi ottenere un aumento ma sai che il tuo capo non concede aumenti a nessuno oltre a quelli sindacali, non ha senso sperare di ottenerlo, piuttosto impegnati per trovare un lavoro più gratificante;
  5. esprimi i tuoi obiettivi in termini positivi, se vuoi smettere di mangiarti le unghie scrivi che il tuo proposito è avere delle belle unghie curate e lunghe, sarà la motivazione per non mangiarle. Se vuoi smettere di fumare, scrivi che vuoi occuparti della tua salute e del tuo benessere, il decidere di smettere di fumare sarà una naturale conseguenza;
  6. quantifica il più possibile, se vuoi dimagrire scrivi di quanti kg oppure segnati a quale taglia desideri arrivare, avrai così un riferimento ben definito e sempre controllabile;
  7. controlla che i buoni propositi che hai scritto siano coerenti tra di loro,  se hai messo che vuoi viaggiare di più e anche che vuoi guadagnare di più accertati che le due cose siano compatibili, se ad esempio hai un’attività tua che richiede la tua presenza fisica costante magari ci può essere un conflitto tra questi due elementi;
  8. scrivi la tua lista e mettila in un posto che ti sia il più possibile visibile, sul desktop se l’hai scritta al pc, sul muro di fianco al letto in modo da vederla ogni mattina e ogni sera, sulla parete dell’ufficio,  sullo sfondo dello smartphone, su tanti post-it appesi intorno allo specchio del bagno, l’importante è che siano il più possibile sotto ai tuoi occhi;
  9. parla della tua lista ad amici e persone care, ti potrebbero aiutare a realizzare qualche punto, quella convinzione che i desideri vanno mantenuti segreti altrimenti non si realizzano è una leggenda metropolitana, se non mi dici quello che vuoi non ti potrò mai aiutare!;
  10. ultimo e forse più importante di tutti te lo spiego con una famosa metafora: se vuoi vincere la lotteria devi prima comprare il biglietto quindi qualsiasi cosa tu desideri mettiti in testa che sarà necessaria la tua partecipazione attiva, dovrai impegnarti e fare delle azioni.

Buoni propositi come realizzarli

Infine ricorda che comunque vada non esiste il fallimento, esistono solo feedback.

Quindi se dei buoni propositi dell’anno passato non hai realizzato nulla o solo poche cose, osserva cosa è andato storto e utilizza la tua nuova consapevolezza per avere successo nel 2016!