Non sapendo a quale fuso orario la tristezza programmata fa riferimento, ho preferito aspettare di esserne usciti tutti da questo fardello dell’umanità (come se tutto il resto non fosse abbastanza),

il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno.

E così, lunedì 19 gennaio 2015, il giorno più triste dell’anno, mi sono svegliata in gran forma.
E’ stata una scoperta per me venire a conoscenza dell’esistenza di questo terribile blue monday e notare, come altre volte mi è accaduto, che il web pullulava di post e articoli a riguardo come se tutti lo sapessero da una vita, per arrivare alla conclusione, verso metà mattinata,

che l’unico essere umano ignaro del pericolo annunciato ero io!

Ed è stato così che la mia splendida giornata, ha iniziato a velarsi di un atroce pensiero:

è il giorno più triste dell’anno, tutti lo sanno tranne me e io mi sento alla grande???
Dov’è finita la mia empatia?  La mia connessione con il pianeta, la mia sensibilità verso chi soffre? Anni di studio e di esperienza nel sentire il dolore dell’altro e non mi sono accorta della tristezza cosmica???

Poi, a mente lucida:

non sarà l’ennesima str***ata del web?

arrabbiago

E siiii! la risposta esatta è si!!!! (leggiqui)

Ma non è solo a questo che voglio arrivare, ciò su cui mi interessa porre la mia e la vostra attenzione, è questa domanda:

quanto potere su di noi può avere una notizia, un’idea, una convinzione?

Questi sono alcuni degli oltre 300 commenti ad un articolo sul lunedì blu, apparso sulla pagina fb del Corriere:

Commenti blue monday

Attenzione, non sto mettendo in dubbio la soggettiva percezione di aver avuto una giornata di M, tuttavia vi propongo

questi tre possibili scenari:

  1. profezia autoavverante – leggo e ripeto ad amici e colleghi che oggi, lunedì 19 gennaio, è il giorno più triste dell’anno così, senza rendermene conto, inizio ad avere dei comportamenti e a produrre dei pensieri che mi fanno sentire triste;
  2. percezione di mancanza di controllo attivo – un elemento esterno e non da me governabile ha deciso che oggi sarò triste, non ho potere di cambiare le cose;
  3. deresponsabilizzazionenon è colpa mia se sono triste, è colpa del blue monday, lo dice anche il Corriere!

queste 4 domande per crescere:

  • è il primo lunedì da un anno a questa parte che vi siete sentiti così?
  • avete adottato qualche strategia per stare meglio?
  • avete passivamente accettato di sentirvi come non avreste voluto?
  • come vi fa sentire sapere cheè tutta colpa del Blue Monday, l’ha detto anche il Corriere?

questo aforisma:

Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste.
Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è altra via.
Questa non è filosofia. Questa è fisica. – Darryl Anka

e infine vi ricordo che:

Possiamo scegliere su che frequenza sintonizzarci e di quale colore
dipingere i nostri giorni!

scelta felice